INFORMAZIONI FORNITORI


Questa sezione è stata realizzata per fornire informazioni ai fornitori in merito alla fatturazione elettronica e agli adempimenti relativi alla tracciabilità dei flussi finanziari.

FATTURAZIONE ELETTRONICA

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.
In ottemperanza a tale disposizione, questo Ente, a decorrere dal 31 marzo 2015, non può più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all'allegato A "Formato della fattura elettronica" del citato DM n. 55/2013. 
Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.
Per le finalità di cui sopra, l'articolo 3, comma 1, del citato DM n. 55/2013 prevede che l'Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche, inserendoli nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco secondo le modalità di cui all'allegato D "Codici Ufficio".
Il Codice Univoco Ufficio è un'informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l'identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall'Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all'ufficio destinatario.

Indicazioni per la fatturazione elettronica:


Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014, al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA devono riportare:
•    Il codice identificativo di gara (CIG)
•    Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche.

Pertanto questo Ente non potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i codici CIG e CUP, quest’ultimo dove previsto.
Questa Amministrazione avrà cura di comunicare ai fornitori (ove possibile via mail), oltre ai dati obbligatori, tutti gli  altri dati necessari alla gestione contabile della fattura, indicando l’elemento del tracciato della fattura elettronica nel quale inserirli.



LEGGE 136/2010 ADEMPIMENTI RELATIVI ALLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI


Il modulo relativo agli adempimenti della L. 136/2010 dovrà essere compilato da parte del fornitore e trasmesso per pec alla Società della Salute Zona Fiorentina Nord-Ovest all’indirizzo: direzione.sds-nordovest@postacert.toscana.it oppure all'indirizzo mail: sds.nordovest@asf.toscana.it, insieme al documento d’identità del legale rappresentante. 
Qualora non Vi sia possibile inviare una mail all'indirizzo di cui sopra, la documentazione richiesta, ci deve essere inviata con firma in originale e copia documento di identità in corso di validità di chi sottoscrive la dichiarazione. 
Si precisa che in assenza di tale dichiarazione, non è possibile procedere alla corretta registrazione delle fatture e al pagamento delle stesse in Vs. favore. 
Si precisa, altresì, che è fatto obbligo di utilizzare lo stesso stampato con le suddette modalità, ogni qual volta venga cambiato il conto corrente bancario o postale e anche per tutte le variazioni delle persone delegate ad operare sul conto stesso.

Data Ultima Modifica:
26 Marzo 2018