Percorsi

Con Percorsi si intende lo spazio di definizione di tutti gli interventi di sostegno alle persone in situazione di disagio socio-economico e/o a rischio di emarginazione. Le azioni dedicate agli utenti sono quelle di cui nell'arco di vita una persona può avere bisogno in presenza di un problema di ordine sociale. L'accesso ai servizi è garantito a tutti cittadini residenti della zona fiorentina nord ovest siano essi utenti italiani o stranieri. Possono fruire delle prestazioni e dei servizi anche i minori, italiani o stranieri, non residenti e quanti di passaggio sul territorio della zona nord ovest siano bisognosi di interventi di urgenza o di primo soccorso.
I vari Percorsi esprimono aspetti specifici legati a particolari condizioni (la disabilità, la non autosufficienza, le dipendenze, lo svantaggio e la marginalità che possono derivare dalla perdita di lavoro, dall'essere cittadino immigrato o minore in situazioni di disagio). Le azioni dirette alla tutela e al contenimento di queste fragilità o alla prevenzione di esse, è garantita dal Servizio Sociale Professionale (SSP).

 

Il Servizio Sociale Professionale

Il Servizio Sociale Professionale è il luogo – presente in ogni comune della zona fiorentina nord ovest – dove qualsiasi cittadino e/o nucleo familiare può rivolgersi per una richiesta di aiuto e sostegno per superare una fase di criticità e/o un momento di cambiamento e trasformazione della propria vita. Questo avviene attraverso l’instaurarsi di una relazione di aiuto, condotta e gestita con strumenti e metodi professionali, lavorando per rinforzare, sviluppare e sostenere le risorse personali e familiari già esistenti.

Comune per Comune le sedi territoriali del Servizio Sociale Professionale nella zona fiorentina nord ovest.

 

Le modalità di accesso

La domanda per l'accesso alle prestazionie ai servizi deve essere presentata dall'interessato o suo delegato, dai genitori in caso di figli minori, dal tutore o amministratore di sostegno. Deve essere inoltrata al Servizio Sociale Professionale in forma scritta attraverso gli appositi moduli.
Quattro fasi regolano l'accesso alle prestazioni del servizio di Assistenza Sociale:

  • l'accoglimento della domanda che nella prima parte riguardante la richiesta della prestazione è curato dall'assistente sociale. A quest'ultimo spetta istruire il procedimento per la valutazione in sede di precommissione. In questa fase l'assistente sociale può richiedere al cittadino ulteriore documentazione per la valutazione. I vari casi e la relativa proposta di intervento sono sottoposti periodicamente al responsabile del Servizio sociale.
  • la lettura  e la valutazione del bisogno a cui deve seguire una valutazione professionale. Tra esame della domanda e adozione dei conseguenti atti il tempo massimo sarà di 60 giorni dalla data del protocollo.  Qualora la valutazione sia positiva il responsabile del servizio sociale inoltra la domanda per l'accesso ai servizi alla segreteria della commissione di assistenza. Ai richiedenti sarà data comunicazione scritta dell'esito del procedimento.
  • la definizione del percorso assistenziale personalizzato, condiviso con il richiedente.
  • la formalizzazione del progetto di assistenza personalizzato.